10/04/2013

News1 

Disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della PA
Decreto legge n. 35 dell’8 aprile 2013
In data 8 aprile 2013 è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 82, con entrata in vigore il 9 aprile 2013, il Decreto legge n. 35 dell’8 aprile 2013 (il “Decreto”), recante disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento di tributi degli enti locali.
Le misure a favore degli enti, delle regioni e degli enti del Servizio Sanitario Nazionale
(A) Esclusioni dai vincoli del patto di stabilità (per gli enti locali)
Gli enti locali possono chiedere di escludere dai vincoli del patto di stabilità per un importo complessivo di 5.000 milioni di euro:
a) i pagamenti di debiti per quota capitale che siano certi, liquidi ed esigibili alla data del 31 dicembre 2012;
b) i pagamenti di debiti per quota capitale per cui sia stata emessa fattura o richiesta equivalente di pagamento entro il predetto termine.
(B) Fondo per assicurare la liquidità per i pagamenti di debiti certi, liquidi ed esigibili (per enti locali, regioni ed enti del servizio sanitario nazionale)

Il MEF ha istituito un apposito Fondo per concedere anticipazioni di liquidità agli enti locali, alle regioni ed agli enti del servizio sanitario nazionale, per effettuare pagamenti di debiti maturati alla data del 31 dicembre 2012, con una dotazione di 10.000 milioni di euro per il 2013 e di 16.000 milioni di euro per il 2014.
Gli enti locali che non possono far fronte ai pagamenti dei debiti certi liquidi ed esigibili maturati alla data del 31 dicembre 2012, ovvero dei debiti per i quali sia stata emessa fattura o richiesta equivalente di pagamento entro il predetto termine a causa di carenza di liquidità chiedono alla Cassa depositi e prestiti S.p.A., secondo le modalità stabilite nell'addendum di cui al comma 11, entro il 30 aprile 2013 l'anticipazione di liquidità da destinare ai predetti pagamenti.
L'anticipazione è concessa, entro il 15 maggio 2013 a valere sulla Sezione di cui al comma 11 proporzionalmente e nei limiti delle somme sullo stesso annualmente disponibili ed è restituita, con piano di ammortamento a rate costanti, comprensive di quota capitale e quota interessi, con durata fino a un massimo di 30 anni.

Torna Stampa i dati

Sede Operativa:
P.zza della Repubblica, 31
95131 Catania
Tel. 095.8739258
Fax 095.2937313
info@cooperfidi.net

Copyright by Cooperfidi Soc. Cooperativa per azioni Consorzio per la garanzia collettiva dei fidi
Sede legale: Via Roma 457 – 90146 Palermo (PA) Sede amministrativa: corso Siclia 24 – 95131 Catania (CT)
Iscrizione Banca d'Italia n. 36766 Elenco generale ex art. 155 co 4 TUB
P.I. 05328760821
Powered by TechMA with OpenVentiquattro Business Solutions
Ris.Min.Cons. 1024 x 768